AGGIORNAMENTI E NOVITA'

 Volley Melendugno

New-Arrival-lebel-banner-PNG-Design_zeevector.png
valeria_edited.jpg

VALERIA CARACUTA

Palleggiatrice

INTERVISTA A VALERIA:

“SARÀ EMOZIONANTE RAPPRESENTARE IL SALENTO INDOSSANDO LA MAGLIA DI MELENDUGNO”

 

Abbiamo intervistato Valeria Caracuta, primo acquisto della Narconon Melendugno per la stagione 2022-2023. Giocatrice di grande esperienza e sicuro affidamento, ha risposto con schiettezza e grande entusiasmo alle nostre domande.

 

Quanto hanno contato le tue origini salentine nella scelta di Melendugno?

Dal punto di vista sportivo tantissimo, erano anni che non giocavo in Salento, il mio sogno era tornare qui e fare qualcosa di grande. Melendugno è stato quel progetto che mi ha ispirato in quelle che erano le mie volontà da tanto tempo.

 

Oltre all’obiettivo dichiarato dell’A2, c’è anche il compito non indifferente di rappresentare proprio il Salento in B1. È uno stimolo in più?

Assolutamente, per me sarà emozionante non solo rappresentare una squadra salentina, ma anche pensare di lottare per qualcosa di tanto importante. Non sono mai salita su palcoscenici del genere nella mia terra, l’obiettivo sarà quello di coinvolgere l’intero movimento. Si può creare qualcosa di grande in grado di crescere volta per volta.

 

A Melendugno troverai coach Bruno Napolitano con cui non ti sei mai incrociata

Ci siamo soltanto “scontrati” da avversari, ma ho buonissime referenze su di lui, la sua carriera parla chiaro, sarebbe strano pensare il contrario. È un allenatore di grandissimo livello e sono contenta che il progetto di Melendugno parta da un tecnico di questa qualità. La società ha annunciato me e lui, queste due basi di partenza dimostrano la validità del progetto.

 

Quest’anno hai raggiunto una salvezza quasi insperata con Aragona. Porterai con te a Melendugno l’adrenalina di questo miracolo sportivo?

Le due stagioni ad Aragona sono state fondamentali per una mia crescita ulteriore come atleta e come persona. L’ultima stagione è stata molto complicata da tanti punti di vista e mi ha messo alla prova. Non ho mai voluto abbandonare quella barca perché credevo fortemente nella salvezza, sono testarda e credo fino alla fine in quello che faccio. Mi porterò dietro sicuramente questa esperienza, ripartirò proprio dall’adrenalina dell’ultimo punto contro Modica.

 

Che squadra ti aspetti a Melendugno?

Mi aspetto e sono convinta che la società stia lavorando per una squadra di grandissimo livello. Non intendo soltanto giocatrici con esperienze in A2 e A1, ma anche atlete motivate e che abbiano voglia di sposare questo progetto che ci dovrà portare nella categoria superiore. Mi aspetto giocatrici che sposino la causa come ho fatto io, con tanta voglia e passione.

andrea rotella.jpg

ANDREA ROTELLA

Preparatore Assistant Coach

PROF. ANDREA ROTELLA È IL NUOVO PREPARATORE ATLETICO E ASSISTANT COACH DELLA NARCONON MELENDUGNO

Un curriculum eccezionale, esperienze importanti in Serie A, biglietto da visita di tutto rispetto per il nostro Andrea.

Dopo aver concluso gli studi di Scienze motorie a Catanzaro, ha proseguito gli studi magistrali a Milano, è stato selezionato per uno stage formativo presso la Società Unendo Yamamay Busto Arsizio, collaborando in veste di assistente preparatore di Alessandro Mattiroli per l’area fisica e Marco Mencarelli per quella tecnica.

Dopo questa esperienza di due anni, Andrea torna in Calabria a seguito della chiamata di Bruno Napolitano, allenatore del Soverato Volley, con il quale ha collaborato per le ultime tre stagione, ricoprendo il ruolo di preparatore atletico in Serie A2.

Con Napolitano collabora non solo dal punto di vista fisico, ma anche dal punto di vista tecnico-tattico, trovando da subito un ottimo feeling.

In questi anni ha acquisito il secondo grado di allenatore terzo livello giovanile e in più il corso nazionale per esperti in preparazione fisica nella pallavolo.

A tutto ciò si aggiunge anche la carica di responsabile regionale della formazione per la Federazione Italiana Pesistica e la collaborazione come cultore della materia con l'università degli studi Magna Grecia per il corso di laurea di scienze motorie per il settore metodologia.

Buon lavoro Andrea, Melendugno ti accoglie a braccia aperte !

napolitano_edited.jpg

BRUNO NAPOLITANO

Allenatore

DI BRUNO CE N'È UNO E ALLENERÀ LA NOSTRA B1!

Fa più che piacere rivisitare un vecchio coro dei tifosi della Roma in onore di Bruno Conti per un altro sportivo con lo stesso nome. Bruno Napolitano è ufficialmente il nuovo allenatore della Narconon Melendugno per la stagione 2022-2023! Scelta di primo, anzi primissimo livello in panchina per la società salentina che si affida a un tecnico di gran valore. D’altronde, la sua carriera parla per lui. Nelle ultime quattro stagioni ha guidato Soverato in Serie A2, mettendo in mostra una pallavolo sempre propositiva e spettacolare, conquistando i play-off. L’enorme esperienza di coach Napolitano è maturata grazie ai tanti campionati e alle innumerevoli “battaglie” affrontate in prima persona: si possono ricordare, tra le altre, le annate come allenatore a Urbino, Milano, Parma, Chieri e soprattutto a Giaveno in A1. Dopo la promozione in A2 sfiorata quest’anno, Melendugno ha ancora fame e per placare questo appetito insaziabile si farà guidare volentieri da un tecnico che vanta il premio come miglior allenatore dell’A2 nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012. Benvenuto Mister, tutta Melendugno è già con te!

fabiana.jpg

FABIANA ANTIGNANO

Centrale

FABIANA ANTIGNANO: “LA RICONFERMA CON MELENDUGNO È COME UNA VITTORIA”

Dopo la terza riconferma, abbiamo intervistato Fabiana Antignano, una delle colonne portanti della Narconon Melendugno del passato e del futuro. Scaramanzia a parte le sue ambizioni per la nuova stagione sono molto alte.

“Per te sarà la quinta stagione di fila Salento, che cosa significano per te questa terra e la riconferma con Melendugno?”

Ormai è proprio casa mia, ce l’ho nel cuore, da subito mi sono sentita a mio agio, tra affetti e amici ho scoperto una terra calorosa e accogliente. La riconferma mi ha dato grande soddisfazione: tra gli alti e bassi della scorsa stagione, sono riuscita a ritagliarmi i miei momenti e questo è stato apprezzato. Sono davvero contenta di rimanere qui a Melendugno, è come una vittoria, ho la piena fiducia della società, speriamo di fare ancora meglio. 

“Quanto può aiutare l’esperienza dei play-off dell’ultima stagione contro Perugia?”

Il rammarico e l’amarezza ci sono stati, ci avevamo sperato a un certo punto con il secondo set vinto in gara 2. Abbiamo soltanto annusato la sensazione di fare questo salto. Qualcosa è mancato, ma magari doveva andare così, nella prossima stagione potremo prenderci una bella rivincita. 

“Le basi di partenza solo solide, oltre alla tua conferma c’è anche un mercato che promette bene. L’A2 non è più soltanto un sogno?”

La squadra lotterà per un obiettivo, anche se io sono molto scaramantica, poi bisogna lavorare tanto e trovare le giuste sintonie. I cavalli da 90 ci sono senza dubbio, ma servirà il 100% in allenamento. Credo di essere abbastanza concreta come persona, Melendugno ha questa ambizione e noi dovremo lavorare ancora di più. 

“A proposito di cavalli da 90, in panchina troverai Bruno Napolitano”. 

Avrò la fortuna di lavorare con questo allenatore, me ne hanno parlato molto bene e spero di allenarmi in un certo modo. Le aspettative ci sono tutti gli anni, perché bisogna puntare sempre al meglio: è giusto lavorare per un traguardo, così da avere stimoli nuovi ogni giorno.

“In un articolo del 2012, durante la tua esperienza con Terre Verdiane, sei stata definita una «audace 17enne». Quale aggettivo pensi sia più adatto per descriverti a 10 anni di distanza?”

Sicuramente coraggiosa, di certo sono passati degli anni da quella esperienza: oggi sono anche più paziente e tenace allo stesso tempo, non mi arrendo facilmente. Posso dire che mi faccio sentire dentro al campo.

sara3.jpg

SARA STIVAL

Opposto

SARA STIVAL: “HO SCELTO MELENDUGNO PER PRENDERMI LA SERIE A”

Il secondo rinforzo della Narconon Melendugno per la stagione 2022-2023 è Sara Stival, giovane opposto di grandissima prospettiva. Reduce dall’esperienza in A2 con Aragona, vuole riconquistare questa categoria in Salento. L’abbiamo intervistata per raccogliere a caldo le sue prime impressioni da giocatrice rossonera.

“Dopo le esperienze iniziali in Piemonte e Friuli, ti sei spostata al Sud: è soltanto un caso oppure ti stai appassionando sportivamente a questa parte d’Italia?”

Sicuramente non è un caso, mi sono appassionata alla gente e al calore che c’è nelle squadre del Sud. Queste tifoserie sono un valore aggiunto molto importante, anche dal punto di vista umorale, noi giocatrici abbiamo proprio bisogno di questo affetto.

“Cosa ti ha affascinato del progetto di Melendugno?”

Mi ha entusiasmato il progetto della società di voler raggiungere la Serie A2, un obiettivo davvero ambizioso. Mi ha anche molto colpito che si sia puntato su Bruno Napolitano, un allenatore di grande esperienza, capace di far crescere le giovani. Non ultimo mi ha convinto la scelta di Melendugno di ripartire da una giocatrice come Valeria Caracuta che è un valore importante, oltre alle altre atlete di esperienza che sapranno di sicuro aiutare la squadra.

“Tra le tue compagne della prossima stagione ci sarà appunto Valeria Caracuta. Come lei porterai a Melendugno l’adrenalina dell’ultima salvezza conquistata?”

Assolutamente sì, siamo approdate nella stessa squadra e per messaggio ci siamo scritte “Andiamo a Melendugno e prendiamo questa Serie A!”, per lei è un gran sogno, per me è una emozione perché l’adrenalina di una promozione te la porterai per sempre. In questi ultimi due anni ad Aragona, Valeria è stata per me fondamentale sia fuori che dentro il campo. Non vediamo l’ora di scendere il campo e di prenderci l’A2.

“Hai parlato di Bruno Napolitano: che allenatore ti aspetti?”

Mi aspetto che mi farà migliorare dal punto di vista tecnico, sono ancora giovane e ne ho da imparare. Lui ha una grande esperienza in Serie A e so che mi potrà aiutare anche dal punto di vista caratteriale, dandomi una carica in più. Tra l’altro, è del Sud e mi aspetto un allenatore carismatico e sanguigno.

“Spesso si parla di te come di una giovane promessa: è arrivato il momento di scrollarti di dosso definitivamente questa etichetta?”

Ho ancora molto da apprendere, ho appena iniziato il mio percorso, pian piano riuscirò a togliermi questa etichetta, devo dimostrarlo sul campo. Prima di Aragona, gli anni di A2 a Martignacco mi sono serviti molto, è proprio un altro campionato, venivo dalla B2 ed è stata un’esperienza emozionante.

Buon lavoro Sara !

LOCATION

73026 MELENDUGNO - LE, VIA FRAT.LONGO

- Join Us -

SIGN UP FOR ALL THE LATEST NEWS‭, ‬INFO AND UPDATES‭!‬

Thanks for submitting!

© 2023 by Melendugno VolleyTeam.